Home / Personaggi / Ornella Vanoni parla del suo ultimo amore: “Si è approfittato di me. È umiliante”

Ornella Vanoni parla del suo ultimo amore: “Si è approfittato di me. È umiliante”

Ornella Vanoni parla del suo ultimo amore: “Si è approfittato di me. È umiliante”.

Ornella Vanoni è una delle artiste più poliedriche che si possano vantare nel panorama italiano, voce imitatissima benché inimitabile e forte personalità l’hanno sempre contraddistinta e fatta amare sin dalla metà degli anni cinquanta, periodo nel quale si divideva tra le sue due più grandi passioni: la musica e il teatro. Se non avesse seguito solo il percorso musicale siamo certi che la Vanoni sarebbe diventata una grandissima attrice e le capacità si notavano già durante le prime apparizioni televisive e cinematografiche negli anni sessanta. Ma se il lungo percorso artistico è stato costellato di successi, la Vanoni in campo sentimentale ha collezionato diverse delusioni, fino all’ultima storia d’amore che l’ha ferita non poco. Intervistata dal settimanale “Grazia“, Ornella Vanoni racconta quella fragile parte di sé che l’ha sempre accompagnata nelle scelte sentimentali e che le ha spesso fatto scegliere l’uomo sbagliato:

“Prima, non pensavo mai alla morte, credevo di essere eterna come le nevi del Kilimangiaro. La morte fa un po’ paura, no? Non conta l’età, tutto sta nel cervello. Sono una donna di 81 anni con la testa di una ragazza, ma con tanta esperienza. Ormai vivo sola da dieci anni e sola resterò. Ho sbagliato perché a 60 anni avevo ancora una possibilità. Ma ho fatto un grande errore, è stata una tremenda delusione. Il mio ultimo amore, sparì improvvisamente. Un signore che si chiama Marco e a cui ho salvato la vita, ma non siamo riusciti a costruire una vera storia. La mia ultima storia mi ha ferita profondamente, pensavo davvero che sarebbe durata per il resto della vita. Quando a Marco è venuto un infarto e l’ho portato in ospedale, la sua famiglia con l’ex moglie si è stretta attorno a lui e poi è sparito. Mai più visto né sentito. Avevo fatto ricamare le sue iniziali, la lettera “M”, perfino sulla biancheria di casa. Ho regalato tutto a mio nipote che si chiama MatteoQuello che più mi ha ferita è stato lo scoprire la loro piccolezza e anche il tradimento economico. Qualcuno si è approfittato di me. È davvero umiliante, ci si sente stupide. Io forte? È stata la vita che mi ha costretta a diventarlo. Avevo molta paura della solitudine e in passato ho avuto compagni sbagliati proprio per questo motivo”.

About RedazioneFDG

Check Also

Paola Caruso esagera con Photoshop e scompare l’ombelico. Il web insorge tra critiche e ilarità.

Paola Caruso esagera con Photoshop e scompare l’ombelico. Il web insorge tra critiche e ilarità. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *