Antonella Clerici: “Penso alla gaffe più grande della mia vita. A letto? Coccole e trasgressione”

“Nella mia vita non ho fatto grandi errori, mai una ciucca, mai una canna, sono una maniaca del controllo”, dice Antonella Clerici, conduttrice di È sempre mezzogiorno su Rai 1, intervistata dal Messaggero, ma alla domanda su quale sia l’errore della vita non ha dubbi e risponde così: “Quello che conoscono tutti, la gaffe del cazzo”, riferendosi a quando, in un’intervista televisiva, usò quella parte anatomica al posto della parola calcio nella frase che intendeva invece dire: “Non posso vivere senza calcio”.

Più avanti, parlando delle follie fatte per amore, Clerici ha chiarito di che tipo fossero spiegando: “Fare pedinamenti in auto per spiare l’uomo del momento e accostare con una parrucca in testa per non essere riconosciuta. E no, non mi hanno mai riconosciuta”.

Poi a proposito di un suo eventuale ritorno al Festival di Sanremo in veste di conduttrice, di cui si è ventilata la possibilità, ha detto: “Vedremo, magari un giorno come addio alla tv. Comunque non sono avida: ho già fatto tutto e sto benissimo così”.

A proposito di bellezza, Clerici è radiosa. Ma qual è il suo rapporto con la chirurgia estetica? “Ci vado non più di due volte l’anno. Non voglio trasformarmi. E sempre d’estate perché d’inverno vado in onda tutti i giorni e si vedrebbe“. Poi un consiglio del quale, nel caso si voglia ricorrere agli interventi estetici, è il caso davvero di seguire: “Meglio fare piccoli ritocchi piuttosto che interventi improvvisi e innaturali. Vedo certe bocche in giro, mamma mia“. Oggi insieme a Vittorio Garrone, la conduttrice ammette: “A letto vanno bene le coccole, ma non solo quelle. Conta quantità e qualità, magari non tutti i giorni come un tempo, ma come si deve, con amore e anche una certa dose di trasgressione, perché no?“.

Vota questa post