“É sempre mezzogiorno”: calamari ripieni di cous cous di Mauro e Mattia Improta

calamari ripieni di cous cous di Mauro e Mattia ImprotaDopo le ‘freddine’ suggestioni del Lago di Carezza di Barbara De Nigris, Mauro e Mattia Improta riportano il sole in cucina, preparando un piatto tipico della Riviera del sole, ovvero quella campana. Ma veniamo alla ricetta dei calamari ripieni di cous cous.

Ingredienti

  • 500 g calamari, 150 g cous cous precotto, 300 ml brodo vegetale, 1 peperone corno di toro, 1 zucchina, 1 carota, 1 costa di sedano, 1 cipollotto, 5 pomodorini, maggiorana, olio evo, sale e pepe
  • 200 g spinacini, 1 scalogno, 1 bicchiere d’acqua, mezzo bicchiere di vino bianco, olio evo, sale e pepe

Procedimento

Mettiamo il cous cous in una ciotola e lo condiamo con un filo d’olio, sale e pepe. Versiamo sopra il brodo bollente, copriamo e lasciamo riposare per 2-5 minuti. A questo punto, lo sgraniamo.

Tagliamo le verdure a dadini delle stesse dimensioni: pomodoro, carota, zucchina, peperone, sedano, cipollotto. Saltiamo in padella con un filo d’olio, quindi profumiamo con la maggiorana o altre erbe a piacere. Una volta cotte, ma ancora croccanti, le uniamo al cous cous rinvenuto e mescoliamo.

Prendiamo i calamari già puliti e li farciamo con il composto di cous cous e verdure. Li mettiamo a cuocere su una padella ben calda (senza olio): non è necessario chiudere l’estremità in alcun modo. Una volta dorati su un lato, li giriamo e facciamo dorare uniformemente: bastano 2-3 minuti per lato.

Per la salsa di spinacini, facciamo soffriggere lo scalogno tritato con un filo d’olio. Uniamo gli spinacini freschi e lasciamo appassire, aggiungendo dapprima il vino bianco e poi l’acqua. Quando gli spinacini sono appassiti, saliamo, pepiamo e frulliamo con un mixer ad immersione.

Serviamo i calamari su uno specchio di salsa di spinaci.

Ancora un’altra ricetta…

Iscriviti al canale Youtube

L’articolo “É sempre mezzogiorno”: calamari ripieni di cous cous di Mauro e Mattia Improta proviene da Ricette in Tv.

Per restare aggiornati su questo argomento, seguiteci su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto con la “stellina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *