“É sempre mezzogiorno”: dolci letterine di Sara Brancaccio

dolci letterine di Sara BrancaccioSara Brancaccio ci regala un’idea originale e golosa per omaggiare le nostre mamme, domenica prossima, con un dolcetto da preparare in poco tempo e, soprattutto, senza bilancia. Ecco le dolci letterine.

Ingredienti

  • 100 g burro, 1/4 bicchiere di zucchero a velo, 1 tuorlo, 1+ mezzo bicchiere di farina 00, 1 bicchiere di acqua fredda, sale
  • 1 albume, 2 bicchieri zucchero a velo, 1/4 bicchiere di succo di limone, mezzo bicchiere acqua, coloranti rosso e nero, mezzo bicchiere di codette di zucchero colorate

Procedimento

Prepariamo la frolla: mettiamo in una ciotola, o in planetaria, il burro morbido a pezzettini, lo zucchero a velo e lavoriamo. Aggiungiamo il tuorlo e, successivamente, la farina. Se occorre, aggiungiamo 1-2 cucchiai di acqua fredda. Compattiamo il panetto e lo stendiamo tra due fogli di carta forno. Mettiamo in frigorifero per mezz’ora.



Ritagliamo dalla frolla dei rettangoli, due interi, 2 con dei fori centrali (foto) per ogni letterina. Cuociamo in forno caldo e statico a 180° per 20 minuti.

Prepariamo la ghiaccia, lavorando l’albume con lo zucchero a velo ed il succo di limone. Dividiamo la ghiaccia in due parti e ad una aggiungiamo un filo d’acqua, per renderla più liquida.

Sul primo biscotto intero mettiamo un po’ di ghiaccia (quella più soda) sui bordi. Sovrapponiamo una cornice di biscotto, ancora ghiaccia ed ancora una cornice di biscotto. Riempiamo il contenitore creato con gli zuccherini colorati ed inseriamo un bigliettino con il messaggio. Sul bordi mettiamo un po’ di ghiaccia e copriamo con un biscotto intero. Spalmiamo sulla superficie la ghiaccia più liquida e decoriamo con la ghiaccia più soda.

Ancora un’altra ricetta…

Iscriviti al canale Youtube

L’articolo “É sempre mezzogiorno”: dolci letterine di Sara Brancaccio proviene da Ricette in Tv.

Per restare aggiornati su questo argomento, seguiteci su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto con la “stellina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *