“É sempre mezzogiorno”: frittatine di spaghetti alla Nerano di Mauro e Mattia Improta

frittatine di spaghetti alla Nerano di Mauro e Mattia ImprotaMauro e Mattia Improta sono i protagonisti di questa puntata, con la loro cucina e le loro scaramucce… e se Mattia già spera di spodestare il padre a settembre, Mauro non accenna a mollare e rilancia, proponendo un suo piatto. Vediamo come preparare un classico della cucina partenopea, le frittatine di spaghetti alla Nerano.

Ingredienti

  • 300 g spaghetti, 3 zucchine, 1 mazzetto di basilico, 100 g burro, 60 g formaggio grattugiato, 100 g provolone dolce, 4 uova, 500 ml olio di semi, sale e pepe, olio evo
  • 100 g provolone del monaco, 100 g latte, 100 g panna

Procedimento

Per la fonduta, scaldiamo latte e panna in un pentolino. Quando la miscela è calda (non più di 60°), uniamo il provolone (o cacio cavallo, o grana) grattugiato e mescoliamo fino a farlo sciogliere, lontano dal fuoco.

Tagliamo le zucchine a rondelle e le friggiamo in olio caldo e profondo fino a doratura. Scoliamo su carta assorbente.

Sbattiamo le uova con formaggio grattugiato, sale e pepe. Uniamo gli spaghetti già cotti e scolati al dente, le zucchine fritte, il basilico tritato e mescoliamo.

Con una pinza o delle forchette, formiamo dei nidi di spaghetti e li mettiamo a cuocere in padella, all’interno di coppapasta, con un generoso filo d’olio. Facciamo cuocere le frittatine sui due lati. Possiamo farne anche una sola, grande come l’intera padella. Serviamo con sopra la fonduta.

Specifica: questo NON è il blog/sito ufficiale delle trasmissioni di cui trascrivo le ricette, quindi E’ sempre mezzogiorno, Detto Fatto, Cotto e mangiato ed altre, ma vuole essere solo un ‘taccuino‘ su cui appuntare ingredienti e procedimenti delle ricette più interessanti. Le immagini delle ricette sono tratte dai siti ufficiali/streaming dei programmi, ovvero:

https://www.raiplay.it/
https://www.mediasetplay.mediaset.it/

Vota questa post

Per restare aggiornati su questo argomento, seguiteci su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto con la “stellina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *