“É sempre mezzogiorno”: mezzelune fritte alla pizzaiola di zia Cri

mezzelune fritte alla pizzaiola di zia CriIl week end è ormai prossimo e zia Cri ci regala una delle sue ricettine perfette per risolvere il pranzo o la cena, in pochi minuti e con poco sforzo. Vediamo come preparare le mezzelune fritte alla pizzaiola.

Ingredienti

  • 200 g farina 0, 300 ml latte, 30 g burro, sale
  • 200 g mozzarella, 200 g passata di pomodoro, 80 g olive taggiasche, origano, sale e pepe
  • 2 uova, pangrattato, 1 l olio per friggere

Procedimento

Prepariamo l’impasto: in una pentola, scaldiamo il latte con il burro ed il sale. Quando bolle, aggiungiamo tutta la farina d’un colpo e mescoliamo energicamente, fino ad ottenere una palla liscia che si stacca dalla pentola. Avvolgiamo nella pellicola e lasciamo raffreddare.

Per il ripieno, facciamo cuocere la passata di pomodoro con sale, pepe e origano: deve restringersi e diventare densa. Uniamo le olive denocciolate e lasciamo raffreddare completamente.

Con il mattarello, stendiamo l’impasto sottile. Ritagliamo dei dischi del diametro di circa 10 cm. Su ogni dischetto, mettiamo un cucchiaino di sugo con le olive, dei dadini di mozzarella ben asciutta e richiudiamo l’impasto sul ripieno, a mezzaluna. Sigilliamo i bordi (che inumidiamo con l’acqua) con una forchetta. Passiamo le mezzelune nelle uova sbattute e, infine, nel pangrattato. Zia Cri, a questo punto, consiglia di farli raffreddare in frigorifero per almeno mezz’ora. Friggiamo in olio caldo e profondo e lasciamo friggere fino a doratura.



Specifica: questo NON è il blog/sito ufficiale delle trasmissioni di cui trascrivo le ricette, quindi E’ sempre mezzogiorno, Detto Fatto, Cotto e mangiato ed altre, ma vuole essere solo un ‘taccuino‘ su cui appuntare ingredienti e procedimenti delle ricette più interessanti. Le immagini delle ricette sono tratte dai siti ufficiali/streaming dei programmi, ovvero:

https://www.raiplay.it/
https://www.mediasetplay.mediaset.it/

Vota questa post

Per restare aggiornati su questo argomento, seguiteci su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto con la “stellina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *