“É sempre mezzogiorno”: panadas sarde di Michele Farru

panadas sarde di Michele FarruMichele Farru ci porta in giro per la Sardegna, in particolare, per i piccoli paesini dell’Isola, laddove si mangia sano e si vive a lungo. Nel dettaglio, il cuoco sardo prepara le panadas sarde, degli scrigni di pasta di pane farciti di carne.

Ingredienti

  • 500 g polpa di coscia di maiale, 150 g lardo a fette, prezzemolo, mezzo spicchio d’aglio, sale e pepe
  • 500 g semola di grano duro, 50 g strutto, 150 ml acqua, 5 g sale

Procedimento

Prepariamo un impasto di semola, acqua e sale. Ottenuto un panetto liscio ed omogeneo, lo avvolgiamo nella pellicola e lo lasciamo riposare per mezz’ora. Lo stendiamo con il matterello ad uno spessore di mezzo cm. Spalmiamo sopra parte dello strutto e ripieghiamo la pasta sullo strutto. Stendiamo ancora con il mattarello e proseguiamo con lo strutto e ancora ripieghiamo e stendiamo. Proseguiamo fino ad esaurire lo strutto. Una volta pronta la pasta, la tiriamo con la sfogliatrice, ad uno spessore di 2-3 mm. Ritagliamo dei dischi: alcuni piccoli ed altri leggermente più larghi.

In una ciotola, mettiamo la carne a dadini piccoli con un trito fine di aglio e prezzemolo, sale e pepe e mescoliamo.

Sui dischi di pasta più larghi, mettiamo una fettina di lardo e distribuiamo sopra la carne di maiale condita. Copriamo con il dischetto di pasta più piccolo, quindi sigilliamo bene i bordi, pizzicandoli con le dita. Eliminiamo l’eccesso con una rotella e ripieghiamo, in modo da ottenere il tipico bordo delle panadas (possiamo fermarci alla fase precedente). Cuociamo in forno caldo e statico a 200° per 10 minuti, poi a 175° per altri 20 minuti.

Ancora un’altra ricetta…

Iscriviti al canale Youtube

Per restare aggiornati su questo argomento, seguiteci su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto con la “stellina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *