“É sempre mezzogiorno”: pizza di scarola di Mauro e Mattia Improta

pizza di scarola di Mauro e Mattia ImprotaLa premiata ditta Improtas torna nel mezzogiorno di Rai1 per proporre un piatto primaverile e, come sempre, delizioso. Mauro e Mattia Improta, padre e figlio, propongono un classico della tradizione partenopea, la pizza di scarola.

Ingredienti

  • 750 g farina 00, 450 ml acqua, 4 g lievito di birra, 50 g burro, 25 g sale
  • 2 cespi di scarola liscia, 50 g olive nere denocciolate, 12 filetti di acciughe, 50 g capperi, 50 g pinoli, 50 g uvetta, 1 spicchio d’aglio, 80 ml olio evo, sale e pepe

Procedimento

Prepariamo l’impasto: sciogliamo il lievito di birra fresco in poca acqua. Uniamo la farina, quindi aggiungiamo pian piano l’acqua, mescolando con un cucchiaio. Inseriamo il sale, ancora un po’ d’acqua e, infine, il burro morbido a pezzetti, poco per volta, lavorando fino a farlo assorbire. Ottenuto un impasto liscio ed omogeneo, copriamo e lasciamo lievitare per 6 ore a temperatura ambiente.

Per il ripieno, puliamo la scarola e la lessiamo per 10 minuti in acqua leggermente salata. La scoliamo, la strizziamo e la tagliamo a pezzettoni.

In padella, scaldiamo un generoso filo d’olio con uno spicchio d’aglio, i pinoli, l’uvetta, i capperi e le olive denocciolate. Uniamo la scarola a pezzettoni e lasciamo rosolare ed asciugare.

Dividiamo l’impasto in due parti (una leggermente più piccola dell’altra). Stendiamo le due pagnotte, in modo da ottenere due dischi. Inseriamo il primo disco all’interno di una tortiera del diametro di 24 cm. Distribuiamo alla base la scarola ripassata, scolata e ben asciutta, con tutto il condimento e le acciughe a pezzetti. Copriamo con il secondo disco di pasta e sigilliamo bene i bordi. Spennelliamo con l’olio, bucherelliamo in superficie con la forchetta e cuociamo in forno caldo e statico a 190° per 30 minuti. Possiamo anche realizzare dei calzoncini, con lo stesso ripieno, e friggerli.

Ancora un’altra ricetta…

Vota questa post

Per restare aggiornati su questo argomento, seguiteci su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto con la “stellina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.