“É sempre mezzogiorno”: pizza monococco di Fulvio Marino

pizza monococco di Fulvio MarinoUltimo giorno della settimana, ultimo lievitato proposto da Fulvio Marino. Oggi, il panettiere piemontese prepara una focaccia che farà felice Antonella, poichè composta al 100% dalla sua farina preferita, antica e salutare, la farina di Enkir. Vediamo come preparare la pizza monococco.

Ingredienti

  • 1 kg farina di monococco, 700 g acqua fredda, 7 g lievito di birra fresco, 22 g sale, 30 g olio evo

Procedimento


In una ciotola, o in planetaria, mettiamo la farina di Enkir o monococco e gran parte dell’acqua, che dev’essere ben fredda. Mescoliamo con il cucchiaio ed inseriamo da subito il il lievito di birra fresco sbriciolato. Ad impasto formato, inseriamo il sale e l’acqua rimasta. Impastiamo qualche minuto, quindi aggiungiamo l’olio a filo, continuando a lavorare l’impasto finchè l’olio è stato completamente assorbito. Copriamo con la pellicola e lasciamo riposare per 30 minuti a temperatura ambiente. 

Trasferiamo sul piano infarinato e diamo delle pieghe all’impasto, oppure ricaviamo delle pagnotte e le ripieghiamo su loro stesse: Fulvio consiglia di inumidirsi leggermente le mani. Mettiamo le pagnotte all’interno di ciotole unte, copriamo con la pellicola e lasciamo lievitare 1 ora in frigorifero ed 1 ora a temperatura ambiente.

Capovolgiamo l’impasto su una teglia abbondantemente unta d’olio e lo allarghiamo con le dita, fino a riempire la teglia. Copriamo e lasciamo lievitare ancora 2 ore a temperatura ambiente. Mettiamo in fino a 250° per 15 minuti, parte bassa del forno.

Condiamo, in superficie, con i pomodori freschi a fette, sale, prosciutto cotto affettato, mozzarella di bufala stracciata a mano, timo e basilico.

Ancora un’altra ricetta…

Iscriviti al canale Youtube

L’articolo “É sempre mezzogiorno”: pizza monococco di Fulvio Marino proviene da Ricette in Tv.

Vota questa post

Per restare aggiornati su questo argomento, seguiteci su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto con la “stellina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.