“É sempre mezzogiorno”: schlutzkrapfen con quark e lavanda di Barbara De Nigris

schlutzkrapfen con quark e lavandaIl capolinea è ormai prossimo e, nel susseguirsi di amici, nel bosco di Antonella arriva Barbara De Nigris, che prepara uno dei piatti tipici della sua terra, l’Alto Adige. Un piatto al profumo di lavanda, dal nome ‘impossibile’ per noi italiani, ecco gli schlutzkrapfen con quark e lavanda.

Ingredienti

  • 150 g farina di segale, 100 g farina di frumento, 1 uovo, 60 ml acqua tiepida, 1 cucchiaio di olio evo, sale
  • 100 ml latte, 10 g fiori di lavanda, 250 g quark, 40 g formaggio grattugiato, pepe macinato, 5 g miele, 5 g sciroppo di zucchero
  • 1 l panna, 30 g foglie di prezzemolo, 30 ml olio evo, fiori eduli, sale

Procedimento

Partiamo dal condimento. Con le fruste, montiamo la panna fino a farla ‘separare’: otterremo una parte liquida ed una solida. Preleviamo quella solida, ovvero il burro, che strizziamo con le mani. Lo spalmiamo su un foglio di carta forno, in modo da ottenere un rettangolo spesso circa mezzo cm. Facciamo raffreddare in frigorifero per qualche minuto.

Nel bicchiere del mixer mettiamo il prezzemolo e l’olio e frulliamo con il mixer ad immersione. Spalmiamo la crema ottenuta sul rettangolo di burro ed arrotoliamo quest’ultimo sul ripieno, in modo da ottenere un rotolino stretto. Decoriamo con petali di fiori e lasciamo riposare in frigorifero per 2 ore.

La parte liquida della panna (latticello), invece, la mettiamo in padella con un po’ d’amido e scorza di limone e scaldiamo fino a farla addensare.

Per il ripieno, scaldiamo leggermente il latte ed immergiamo, per qualche secondo, i fiori di lavanda. In una ciotola, lavoriamo il quark con il latte alla lavanda, il formaggio grattugiato, sale e pepe.

Per la sfoglia, lavoriamo le due farina con l’uovo intero, un cucchiaio di olio e l’acqua. Ottenuto un panetto omogeneo, lo avvolgiamo nella pellicola e lo lasciamo riposare per mezz’ora. Tiriamo la sfoglia non troppo sottile, la spennelliamo con poca acqua e ritagliamo dei dischetti. Su ogni dischetto, mettiamo un cucchiaino di ripieno. Richiudiamo la sfoglia sul ripieno, a mezzaluna, sigillando bene i bordi con la forchetta.

Cuociamo i ravioli in acqua bollente e salata per il tempo necessario. Li scoliamo e li saltiamo in padella con una noce di burro.

Serviamo i ravioli su un letto di latticello con sopra delle fettine di burro aromatizzato al prezzemolo e scaglie di parmigiano.

Specifica: questo NON è il blog/sito ufficiale delle trasmissioni di cui trascrivo le ricette, quindi E’ sempre mezzogiorno, Detto Fatto, Cotto e mangiato ed altre, ma vuole essere solo un ‘taccuino‘ su cui appuntare ingredienti e procedimenti delle ricette più interessanti. Le immagini delle ricette sono tratte dai siti ufficiali/streaming dei programmi, ovvero:

https://www.raiplay.it/
https://www.mediasetplay.mediaset.it/

Vota questa post

Per restare aggiornati su questo argomento, seguiteci su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto con la “stellina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *