“Giusina in cucina”: focaccia messinese di Giusina Battaglia

 

focaccia messinese di Giusina BattagliaNelle nuove puntate della serie di Food Network Giusina in cucina, dedicata alla cucina siciliana preparata in maniera semplice, ‘casalinga‘, in onda sabato 24 aprile, alle 15:45, sul canale 33, Giusina Battaglia, giornalista ed appassionata di cucina, ha preparato un menu “tra Agrigento e Messina“, rivelando la ‘sua‘ ricetta della focaccia messinese. Di seguito gli ingredienti necessari ed il procedimento.

Ingredienti

  • 500 g semola rimacinata di grano duro, 500 g farina 00, 600 g acqua, 5 g lievito di birra fresco, 1 cucchiaino di zucchero, 40 g olio, 20 g sale
  • acciughe, tuma, scarola riccia, pomodorini, olio, sale, olio, sale, primo sale

Procedimento

Prepariamo l’impasto: sciogliamo il lievito di birra fresco nell’acqua, insieme ad un cucchiaino di zucchero. In una ciotola, o in planetaria, mettiamo l’acqua con il lievito, quindi aggiungiamo le due farine, 00 e semola, e cominciamo ad impastare. Aggiungiamo anche l’olio e, infine, il sale. Quando l’impasto è omogeneo e liscio, lo mettiamo in una ciotola unta, copriamo con la pellicola e lasciamo lievitare per 12 ore in frigorifero.

La tiriamo fuori dal frigorifero, la ‘sgonfiamo’ lavorandola qualche istante e la rimettiamo nella ciotola. Facciamo lievitare nuovamente a temperatura ambiente fino al raddoppio.

Stendiamo l’impasto lievitato all’interno di una teglia ben unta d’olio, in modo da ottenere uno strato alto circa 1 cm. Disponiamo sopra l’impasto le acciughe, premendo leggermente con le dita. Distribuiamo sopra la tuma ed il primo sale a dadini e la scarola riccia già pulita, asciugata e tagliata a pezzettoni: dev’essere abbondante e coprire completamente la focaccia. Spargiamo sopra i pomodorini tagliati a metà, saliamo leggermente e condiamo con un filo d’olio. Cuociamo in forno caldo a 240°, statico, per 10-15 minuti.

 

Vota questa post

Per restare aggiornati su questo argomento, seguiteci su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto con la “stellina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.