La bolla di caldo Canadese verso l’Italia, in arrivo temperature record

Il centro meteo americano NCEP traccia linee di tendenza per i prossimi 45 giorni, di un’estate terribile per l’Europa.

L’evoluzione climatica prospettata dal centro meteo americano NCEP – NOAA, propone la formazione di un insolito anticiclone su parte dell’Europa. Un’anomalia rilevantissima potrebbe formarsi su gran parte del Vecchio Continente, e generare un’ondata di calore da record.

In particolare, nella parte orientale del continente europeo si formerebbe un’alta pressione con valori di straordinaria rilevanza per quella zona, che comprimerebbe l’aria nei bassi strati dell’atmosfera, accentuandone il calore. A fine giugno la temperatura ha raggiunto valori record per il mese a Mosca, come lo succedeva da 120 anni. E sarà di nuovo la Russia obiettivo di un evento meteo record, dove i valori di pressione in quota saranno maggiormente anomali.

Ma tutte le regioni mediterranee, Italia compresa, si potrebbero trovare all’interno di una struttura anticiclonica che andrà a comprimere l’aria nei bassi strati dell’atmosfera. A ciò, in area mediterranea, si sommeranno gli effetti dell’espandersi di aria molto calda proveniente dal Sahara. Questo andrebbe a innescare ondate di calore.

Lo si evince dal modello matematico americano che estende le sue previsioni sino ad una validità di un mese e mezzo.

Dalle cartine che esprimono dei valori di anomalia ai vari livelli atmosferici, vediamo una sorta di lingua di fuoco che dovrebbe estendersi dalla regione maghrebina verso l’Italia, poi tutta l’Europa centrale, la Scandinavia e la Russia occidentale. Il picco massimo di anomalia si dovrebbe verificare nelle regioni del circolo polare Artico, esattamente verso la Norvegia settentrionale e la Lapponia.

Vota questa post