Linea Verde – Ventinovesima puntata del 11 aprile 2021 – Il cammino Balteo in Val D’Aosta”.

 

Domenica 11 aprile 2021: ventinovesima puntata con la nuova edizione 2020/2021 di Linea Verde, il programma di Raiuno dedicato all’agricoltura, all’ambiente e a tutto ciò che lo circonda. Alla conduzione confermati Ingrid Muccitelli, Beppe Convertini, con al loro fianco Peppone.

Linea Verde Domenica

La Domenica conferma la sua vocazione di programma itinerante nei territori nazionali attraverso il racconto della moderna agricoltura italiana. Una trasmissione che, partendo dal campo attraversa tutte le fasi della filiera fino al mercato, riuscendo a focalizzarsi sui temi di maggior attualità del settore.

Linea Verde | Ventinovesima puntata 11 aprile 2021

La puntata ci porta in Val d’Aosta, lungo il corso della Dora Baltea, svelando che magnifica esperienza sia incamminarsi lungo il suo tragitto che oggi si chiama Cammino Balteo. Percorso che si snoda tra strettoie e cascate, attraverso dirupi e rocce, lambendo settantadue castelli tra manieri, fortificazioni e semplici torri difensive.

Ingrid Muccitelli e Beppe Convertini inizieranno il loro viaggio nei vigneti eroici di Donnas, dove si festeggiano quest’anno i 50 anni della d.o.c, una delle prime in Italia. Beppe, poi, continuerà il suo viaggio incontrando un’allegra famiglia che produce il formaggio più famoso della regione, la Fontina, per poi proseguire il percorso nel Forte di Bard dove racconterà i 14 giorni di assedio napoleonico e la straordinaria resistenza Sabauda.

Mentre Ingrid mostrerà uno dei castelli più belli della Val d’Aosta, quello di Issogne, caratterizzato da una meravigliosa opera rinascimentale, la Fontana del melograno. Peppone Calabrese, lungo la Dora Baltea, racconterà la filiera della cioccolata a Saint Vincent insieme a un maestro lievitatore, per poi concludere con la filiera della carne a Mont Jovet.

Vota questa post

Per restare aggiornati su questo argomento, seguiteci su Google News andando su questa pagina e cliccando il tasto con la “stellina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.