Non farà un giorno di carcere in meno Edson Tavares: la Cassazione non ha concesso attenuanti

Quindici anni, 5 mesi e 15 giorni

. Non farà neanche un giorno di meno in carcere Edson Tavares, il 33enne che, nel 2017, sfregiò con l’acido la sua ex fidanzata, Gessica Notaro. La Cassazione si è appena espressa in modo negativo alla richiesta, da parte dei legali dell’uomo, di poter usufruire di attenuanti.

Leggi anche

L’aggressore di Gessica Notaro non avrà sconti di pena

«Nessuna frustrazione amorosa, per quanto dolorosa può contribuire ad attenuare la gravità della condotta di chi procura sfregi permanenti all’ex partner». Con queste parole, l’istituzione al vertice della giurisdizione ordinaria italiana blocca qualsiasi speranza di Tavares di vedersi riconosciuto uno sconto di pena. Specie, continua, «se le lesioni gravissime sono frutto di un piano ordito con lucida preordinazione di mezzi e modi e non soggetta a inscriversi in un contesto emotivo sopraffattorio della emotività».

window.eventDFPready?googletag.cmd.push(function(){googletag.display(“rcsad_Bottom1”)}):document.addEventListener(“eventDFPready”,function(o){googletag.cmd.push(function(){googletag.display(“rcsad_Bottom1”)})},!1);

C’è anche una nuova legge, Codice Rosso, in materia dal 2019

I giudici supremi spiegano che proprio «la gravità di questa condotta (deformazione dell’aspetto della persona con lesioni permanenti al viso) ha dato vita con la legge n.69/2019 al ‘Codice rosso’ che ha previsto un apposito reato per le lesioni aventi tali caratteristiche».

document.addEventListener(“DOMContentLoaded”, function () {
jQuery.ajax({
//url: “https://api.instagram.com/oembed/?url=https://www.instagram.com/p/CM0IfE4l4kb/”,
url: “https://graph.facebook.com/v8.0/instagram_oembed?url=https://www.instagram.com/p/CM0IfE4l4kb/&access_token=334979200365694|3d6eb28c903c781b8ede47e6183e605c”,
//dataType: “jsonp”, //to fix gio: IODONNA-155 Post instagram non più visibili in articoli
async: true,
type: “GET”,
success: function(data){
jQuery(“#embedCodeI34”).html(data.html);
window.instgrm.Embeds.process();
},
error: function (xhr, ajaxOptions, thrownError) {
}
});
});

Purtroppo, il caso specifico della Notaro non ha trovato applicazione nella nuova norma: l’aggressione alla ragazza, infatti, è avvenuta nel gennaio 2017, quindi prima dell’introduzione della nuova legge, entrata in vigore il 9 agosto 2019. Secondo i giudici, risulta quindi «logica la scelta di introdurre e contestare all’imputato l’ulteriore gravissimo reato di lesioni nel processo per stalking, inserendosi tale fatto nella sequenza dell’attività persecutoria del Tavares nei confronti della Notaro».

Lui aveva un comportamento persecutorio

I giudici hanno riconosciuto come Gessica Notaro abbia cercato, per timore di peggiori conseguenze, «di non esasperare ulteriormente l’imputato nelle sue manifestazioni di rabbia e di ira, dimostrando in qualche occasione anche un atteggiamento compassionevole», ma che questo non indica affatto il venir meno del comportamento persecutorio di Tavares.

Tuttavia, spiegano, «questo atteggiamento solidaristico adottato dalla Notaro per non acuire gli atti violenti dell’ex partner non è servito ad impedire il precipitare degli eventi». Culminati, appunto, con l’aggressione alla ragazza. Sotto, un post su Instagram di Gessica, che mostra come la chirurgia le stia restituendo il viso di prima.

document.addEventListener(“DOMContentLoaded”, function () {
jQuery.ajax({
//url: “https://api.instagram.com/oembed/?url=https://www.instagram.com/p/CJ3K2xgFZLo/”,
url: “https://graph.facebook.com/v8.0/instagram_oembed?url=https://www.instagram.com/p/CJ3K2xgFZLo/&access_token=334979200365694|3d6eb28c903c781b8ede47e6183e605c”,
//dataType: “jsonp”, //to fix gio: IODONNA-155 Post instagram non più visibili in articoli
async: true,
type: “GET”,
success: function(data){
jQuery(“#embedCodeI9”).html(data.html);
window.instgrm.Embeds.process();
},
error: function (xhr, ajaxOptions, thrownError) {
}
});
});

La storia tra Gessica ed Edson

Gessica ed Edson si erano conosciuti sul lavoro, cominciando poi una relazione. La storia, però, è stata messa a dura prova dalla gelosia e dagli scatti d’ira da parte dell’uomo. Quando lei si è finalmente decisa a lasciarlo, nel 2016, lui è stato prima colpito da ammonimento e poi dal divieto di avvicinamento alla vittima e di non uscita notturna.

Le minacce dell’uomo, però, si fanno però sempre più insistenti. Fino a quella sera del 10 gennaio 2017, nella quale lui l’ha aspettata sotto casa e le ha gettato addosso una bottiglia di acido, sfregiandole completamente il volto. La cattiveria dell’uomo si evince anche dal fatto che la data del 10 gennaio non è stata presa a caso: sei anni prima, in quello stesso giorno, si era suicidato il fratello di Gessica.

Sotto, la ragazza con Filippo Bologni, il suo nuovo compagno.

document.addEventListener(“DOMContentLoaded”, function () {
jQuery.ajax({
//url: “https://api.instagram.com/oembed/?url=https://www.instagram.com/p/CMpvFuZlmbB/”,
url: “https://graph.facebook.com/v8.0/instagram_oembed?url=https://www.instagram.com/p/CMpvFuZlmbB/&access_token=334979200365694|3d6eb28c903c781b8ede47e6183e605c”,
//dataType: “jsonp”, //to fix gio: IODONNA-155 Post instagram non più visibili in articoli
async: true,
type: “GET”,
success: function(data){
jQuery(“#embedCodeI64”).html(data.html);
window.instgrm.Embeds.process();
},
error: function (xhr, ajaxOptions, thrownError) {
}
});
});

La ragazza, negli anni successici all’aggressione, ha affrontato diversi interventi di ricostruzione del volto. Da due settimane è reduce da un ennesimo intervento chirurgico, grazie al quale sta riacquistando le sembianze di prima. Ha anche ritrovato l’amore con Filippo Bologni, un campione di equitazione con cui condivide l’amore per i cavalli.

iO Donna ©RIPRODUZIONE RISERVATA

L’articolo Caso Gessica Notaro, il verdetto della Cassazione: nessuna attenuante per l’ex che la aggredì con l’acido sembra essere il primo su iO Donna.