Home / Video / Padre Massimiliano Pusceddu: “Non ho mai invocato la morte dei gay, ho parlato di morte spirituale” Il VIDEO

Padre Massimiliano Pusceddu: “Non ho mai invocato la morte dei gay, ho parlato di morte spirituale” Il VIDEO

Padre Massimiliano Pusceddu: “Non ho mai invocato la morte dei gay, ho parlato di morte spirituale” Il VIDEO.

Il sacerdote di Cagliari Massimiliano Pusceddu è stato attaccato e criticato per delle dichiarazioni fatte durante un’omelia che lui tiene a smentire in un’intervista a lafedequotidiana.it affermando di non riconoscersi in certi atteggiamenti che istigano all’odio e alla violenza.  Nel video, diventato virale, si vede padre Massimiliano durante l’omelia leggere un passo della lettera di San Paolo ai Romani nel quale la sodomia viene condannata come peccato mortale. Nessun invito quindi ad uccidere omosessuali, come hanno invece dichiarato alcune testate, e padre Massimiliano spiega:

“Io non ho invocato la morte di nessuno e tanto meno dei gay. Non desidero la morte fisica di nessuno, quanta disinformazione! Non so se dipende da prevenzione o ignoranza anche di certi giornalisti. Per fortuna la mia omelia era ed  è registrata. Non sarei capace di affermare quelle cose, non mi appartengono, non mi riconosco nei titoli. Sono sacerdote e non querelo,  però mi viene voglia di farlo. Oggi fa notizia la ortodossia, e non la stravaganza, purtroppo. Se un prete dice cose aderenti la dottrina cattolica finisce sui giornali come un mostro. Io in una omelia ho commentato la lettera di San Paolo ai Romani. Ho il torto di aver ricordato la dottrina della Chiesa sulla sodomia. Mica la posso ignorare. La dottrina e San Paolo sul punto sono chiari: la  sodomia è un peccato gravissimo e mortale. Chi lo fa rischia la morte spirituale e dell’anima, io ho parlato di morte spirituale,  non fisica. La sodomia alla pari di altri peccati ci allontana da Dio e così  chi vi si abbandona rischia, senza conversione, di non entrare nel Regno dei Cieli. Certamente nella sua misericordia ogni decisione spetta al Giusto Giudice, non a noi in terra. Ho ricordato la dottrina della Chiesa, non sono idee di don Massimiliano. Inoltre, ma nessuno lo dice,  separo omosessualità per tendenza dagli atti. Essere omosessuali non è un peccato, anzi bisogna pregare per chi si trova in quella situazione. Sono peccaminosi gli atti, la sodomia. Non ho nulla da ritrattare “.

Ecco il video dell’omelia tanto criticata

About RedazioneFDG

Check Also

Tutto giù – La Vita in Diretta 21/10/2020

https://www.raiplay.it/programmi/lavitaindiretta – Roma, abbattute ville abusive dei Casamonica. Al microfono di Ilenia Petracalvina a "La …